Nei panni di Armando.


In ambito educational la Realtà Virtuale esprime il suo potenziale, permettendo esperienze immersive di immedesimazione in contesti, tempi e luoghi diversi.
"Nei panni di Armando" è  una testimonianza in prima persona per vivere ed empatizzare esperienze e percezioni di Armando, dopo la sua esperienza di un tumore al cervello, un “glioblastoma” che è stato poi rimosso chirurgicamente.

Si tratta dunque di un’esperienza immersiva per entrare in empatia con una persona che ha sofferto di tumore, che ha lasciato fra l’altro conseguenze nella visione. L'assunzione di sguardo resa possibile da video 360° permette di vivere da vicino alcuni dei sintomi della vita post-operatoria di Armando, osservando la realtà così come la vede e percepisce lui.

Nei panni di Armando si rivolge con semplicità e mostra alcuni aspetti di una nuova quotidianità dopo l'operazione, la visione si trasforma e comunicai maniera diretta e potente, a tutti i vari caregiver (equipe infermieristiche, familiari, amici, etc...). 

Nei panni di Armando è nato da un'idea di Luigi Corazza e Stefano Sburlati, con la consulenza psicologica di Stefania Romaniello e le musiche di Francesco Cretti con la regia di Stefano Sburlati e sviluppata da Motion Pixel Video (www.motionpixel.it).